Attività Permanenti

Adozioni a distanza

.

FIORE ALL’OCCHIELLO DELLA ASSOCIAZIONE “GRUPPO TRECATESE AMICI 52”

Che cos’è l’adozione a distanza?

L’adozione a distanza è una forma di solidarietà, economica e continuativa, attraverso la quale viene assicurata ad un minore in un Paese in via di sviluppo, la possibilità di frequentare la scuola, di poter alimentarsi e curarsi, rimanendo inserito nella propria famiglia e continuando a vivere secondo le tradizioni e la cultura locale. I benefici di tale forma di solidarietà non si limitano al minore sostenuto ma si trasmettono alla sua famiglia e alla sua comunità, a cui sono dedicati specifici interventi di sviluppo.

Quanto è il contributo richiesto per l’adozione a distanza?

ll contributo richiesto per adottare un bambino a distanza può variare da 80 centesimi a 1 euro al giorno
(24/30 euro al mese), che possono essere versati mensilmente, semestralmente o annualmente mediante banca, posta oppure carta di credito. Il contributo versato dal sostenitore non viene consegnato direttamente al minore o alla sua famiglia ma viene utilizzato per gli interventi a beneficio del minore (istruzione, assistenza, alimentazione), della sua famiglia e della comunità in cui il minore vive.

Cosa prevede l’adozione e che cosa si offre al bambino?

Grazie al contributo si fa carico delle necessità primarie per il sostentamento di un bambino.

  • Tassa di iscrizione
  • Tasse scolastiche trimestrali
  • Materiale didattico
  • Divisa scolastica
  • Cure mediche con una visita bimestrale di prevenzione
  • Vaccinazioni necessarie (antipolio, febbre gialla, ecc.)
  • aiuto alla famiglia

Un aspetto che tuteliamo è la trasparenza e la corretta informazione: le persone che donano saranno informate sulla destinazione dei loro fondi ed è una delle ragioni per cui favoriamo la relazione diretta e personale tra genitori adottivi e bambini.

Quanto dura l’impegno dell’adozione a distanza?

Un minore viene sostenuto sino a che permane lo stato di necessità e comunque sino al termine della scuola secondaria (indicativamente attorno ai 16 anni di età), offrendo così ad un bambino di oggi la possibilità di acquisire gli strumenti per diventare un cittadino di domani, ossia una risorsa su cui conterà il suo Paese per il proprio sviluppo. Tuttavia l’adozione a distanza è solo un impegno morale e, qualora il sostenitore non avesse più l’intenzione di continuare tale impegno, può rinunciare all’adozione in qualsiasi momento.

E’ possibile partecipare in gruppo all’adozione a distanza?

E’ naturalmente possibile contribuire ad una adozione a distanza da parte di un gruppo di amici, conoscenti, colleghi oppure da parte di una associazione o di una classe. Per questioni amministrative, è però necessario indicare un solo nome che sarà il destinatario dell’invio periodico delle notizie.

Quali informazioni riceve chi aderisce all’adozione a distanza?

Al momento dell’adesione viene inviata la documentazione personale di un bambino o di una bambina completa di fotografia oltre alle informazioni circa l’utilizzo del contributo versato e notizie della realtà locale. A volte sulla scheda del bambino viene indicato il solo anno di nascita perché in alcune località non esiste un sistema di registrazione anagrafico. Periodicamente vengono inviati gli aggiornamenti e le attività realizzate nell’ambito del progetto in cui il minore è inserito. Il trattamento dei dati personali è effettuato secondo quanto previsto dalla legge 675/96.

Quali notizie giungeranno dal minore sostenuto?

Dal minore sostenuto si riceve circa una lettera all’anno. Se il minore non è ancora in grado di scrivere, la lettera viene redatta dall’animatore comunitario, comunicando ciò che il minore esprime. Una volta all’anno viene inviata una fotografia assieme ad una relazione delle attività svolte. La corrispondenza ricevuta può, a volte, apparire povera di contenuti ma occorre tenere presente che spesso i bambini parlano solo il dialetto locale e, quando iniziano la scuola, in pratica devono apprendere una lingua straniera.

Con quale criterio vengono individuati i minori da sostenere?

I minori vengono segnalati da missionari che collaborano o dalle comunità dei villaggi in cui vi sono particolari necessità (per esempio un elevato indice di povertà o siccità prolungata). Alla segnalazione fa seguito una serie di visite allo scopo di valutare le necessità locali ed identificare i minori che dovranno essere inseriti nel programma di sostegno.

E’ possibile scegliere l’età o il sesso del bambino da sostenere?

In genere l’età media dei bambini da adottare è compresa tra i 4 e i 18 anni. E’ possibile comunque segnalare una preferenza e, nei limiti delle possibilità, verrà tenuto conto della richiesta.

Cosa succede se un sostenitore interrompe l’adozione a distanza?

L’adozione a distanza non ha nessun vincolo legale, pertanto un sostenitore può decidere di interrompere l’adozione a distanza in qualunque momento, restituendo la scheda del minore in modo che venga assegnato ad un altro sostenitore.

E’ possibile visitare il minore?

Non solo è possibile ma è una esperienza significativa che consigliamo vivamente perchè consente di comprendere meglio sia il lavoro svolto che le problematiche esistenti in Paesi differenti dal nostro. Il viaggio in genere non presenta difficoltà, pur se in alcune località le condizioni di vita possono essere disagevoli. Occorre avvertirci per tempo in modo da organizzare la visita e l’incontro con il minore. Sconsigliamo vivamente di invitare il minore in Italia per le difficoltà burocratiche da affrontare e per il turbamento che il minore potrebbe ricevere ritornando alla sua situazione di origine.

Può succedere che un minore si trasferisca?

Può succedere che un minore si trasferisca con la sua famiglia e pertanto non sia più possibile assisterlo. Questo può avvenire per motivi diversi, quali un miglioramento delle condizioni di vita, oppure per riunificazioni di gruppi familiari. In tal caso viene inviata al sostenitore una comunicazione e viene proposta la continuazione dell’adozione con un altro bambino.

Le donazioni sono detraibili?

Il Gruppo Trecatese Amici 52 è ONLUS e si avvale pertanto delle agevolazioni previste dal D.L. 460/97.
• Per le persone fisiche e gli enti non commerciali le donazioni sono detraibili nella misura del 19% sino ad un massimo di 2.066 Euro;
• Per le aziende le donazioni sono deducibili nel limite del 2% dal reddito d’impresa dichiarato sino ad un massimo di 2.066 Euro. In alternativa, sono deducibili per un importo non superiore al 2% del reddito complessivo dichiarato.

E’ necessario conservare gli estratti conto della banca o della carta di credito o le ricevute dei bonifici se la donazione è avvenuta tramite banca, oppure le ricevute dei bollettini postali se la donazione è avvenuta tramite versamento postale.

Il nostro contatto

Noi abbiamo attivato un canale sicuro ed affidabile. Sono gli OBLATI DI SAN GIUSEPPE CORSO ALFIERI 384 – 14100 ASTI con sede legale in VIA BOCCEA 364 – 00167 ROMA. Tramite l’Associazione Opere Sociali Marelliane – ONLUS adottare un bambino a distanza costa 310,00 euro annui. Vi verranno date diverse opportunità di pagamento (mensili, semestrali, annuali) tutte tramite conto corrente postale n° 52643558 o conto corrente bancario H05696 03212 00000 4050/63 intestato a: Associazione Opere Sociali Marelliane – ONLUS Via Boccea 364 Roma.

Potreste affidarvi a noi per i versamenti e l’invio delle documentazioni Tel. 032171131, E-mail [email protected], Sito web www.gruppotrecateseamici52.itoppure direttamente telefonando al numero 06660486523 – E-mail [email protected]


Carnevale

Il carnevale è una festa che si celebra mediante elementi giocosi e fantasiosi; in particolare l’elemento più distintivo è la tradizione del mascheramento dei bambini. Noi abbiamo sempre sostenuto e dimostrato che anche gli adulti possono cogliere l’occasione. Era e crediamo ancora oggi, espressione del bisogno di un temporaneo scioglimento degli obblighi sociali e delle gerarchie per lasciar posto al rovesciamento dell’ordine, allo scherzo ed anche all’allegria. 


 

Falo’ di S. Antonio

Questa manifestazione organizzata dall’Associazione Gruppo Trecatese Amici 52, si rinnova ormai da diversi anni con una sempre piu’ ampia partecipazione di giovani e famiglie Trecatesi, oltre che da visitatori di paesi limitrofi. Una festa di origini antichissime. Una sagra che ha il sapore del tempo che fu, con il suo rifarsi, appunto, ad antiche credenze popolari, radicate nella cultura contadina della nostra zona e, senza dubbio, un momento di gioiosa festa.

.


Gruppo Acquisto Solidale

 Acquistare insieme per vivere bene

 ● Valorizzare la dimensione dell’acquisto collettivo, più efficace della coerenza del singolo

 ● Perseguire la giustizia e la dignità nei rapporti di lavoro

 ● Contribuire alla riduzione dell’impronta ecologica

 ● Sostenere le produzioni “solidali” con il disagio

 ● Rendere più accessibili per tutti i partecipanti i costi di prodotti bio-ecologici

 ● Favorire la nascita di un sistema economico alternativo (Reti di Economia Solidale)

Documento Base dei GAS 

Indicazioni Fiscali GAS