Category Archives: Senza categoria

  • -

La Faglia Gloria e i Terremoti in Italia – con Amici 52 –

Category : Senza categoria

La faglia Gloria e i terremoti in Italia  – con Amici 52

TErremotiAristotele spiegava i terremoti come scuotimenti del suolo in seguito a turbini di vento compresso nel ventre della Terra ed in cerca di una via d’uscita verso l’esterno; le esalazioni che talvolta fuoriescono da spaccature del terreno in seguito ad un forte terremoto ne erano la prova! Per secoli ne derivò l’usanza, a mo’ di criterio antisismico, di scavare pozzi in prossimità dei centri abitati per consentire la fuoriuscita dei venti e proteggerli dai terremoti.

Per tutto il medioevo il terremoto fu considerato un castigo divino, volto a punire gli uomini malvagi che avevano sovvertito l’ordine stabilito da Dio, e presagio del giudizio universale.

Oggi sappiamo che i terremoti sono vibrazioni generate dalla rottura improvvisa e violenta di una massa rocciosa che avviene in seguito ai movimenti, impercettibili ma continui, della crosta terrestre. A differenza di altri contesti, dove il meccanismo generatore dei terremoti è relativamente semplice e ben noto (una placca oceanica si immerge al di sotto di una placca continentale provocando terremoti anche molto violenti), l’Italia è inserita in un contesto tettonico molto complesso di cui non sono ancora ben chiari tutti i meccanismi.

Come pochi sanno, la teoria della tettonica a placche ci insegna che la crosta terrestre è frammentata, grossomodo in undici grandi placche in movimento relativo tra loro. Il motore di tutto ciò è il calore dell’interno della Terra ed i moti convettivi del mantello che, in superficie, trascinano le placche.

l bacino del Mediterraneo è sede di complessi fenomeni tettonici e per comprenderlo possiamo partire dalla Faglia Gloria. Infatti se geograficamente Europa e Africa sono separate dal Mediterraneo non si può dire lo stesso dal punto di vista geologico. Anzi, geologicamente Europa ed Africa sono a diretto contatto e si fronteggiano nel Mediterraneo.

La Faglia Gloria è una grossa “spaccatura” della crosta terrestre che ha inizio in prossimità delle isole Azzorre, vicino alla dorsale medio Atlantica, dove l’intersezione dei continenti Europa, Africa e America sembra disegnare sulla carta tettonica una T, con la gamba in direzione del Mediterraneo. Da questo punto la Faglia Gloria parte, in direzione est fino a Gibilterra. Qui si trasforma e da faglia in senso stretto diviene una fascia di deformazione, ma prosegue verso la Sicilia e li disegna un arco, intorno alla Calabria, prende la direzione degli Appennini e risale lo stivale, fino alle Alpi. Qui curva nuovamente e ridiscende, seguendo le coste croate, albanesi e poi greche, dove vira, sfiora i margini meridionali di Creta, attraversa Cipro e sale in Turchia dove prende il nome di Faglia Est Anatolica. Per meglio comprendere questi eventi, vi invitiamo venerdì 22 novembre alle ore 21,00 presso l’auditorium Marica Invernizzi in Via Cesare Battisti 2 a Trecate, in occasione del quale potremo incontrare nuovamente il dott. Viviani e il dott. De Antoni dell’Osservatorio Geofisico di Novara.

Gruppo Trecatese Amici 52


  • -

Leonardo da Vinci: 500 anni dalla morte

Category : Senza categoria

Leonardo da Vinci: 500 anni dalla morte
(Per ESSERE nel mondo attraverso il suo genio)

 

leoNato nel 1452 ad Anchiano, piccolo borgo vicino Vinci (FI), Leonardo ha cominciato ad avvicinarsi alla carriera di artista come apprendista nella bottega del grande pittore Verrocchio, una delle più importanti fucine di talenti dell’epoca. È lì che, oltre a entrare in contatto con alcuni futuri grandi artisti del Rinascimento, impara i rudimenti dell’arte: dalla pittura alla scultura, passando per il disegno. Già a 20 anni viene considerato un artista già formato e inizia ad avere i primi incarichi. Il 2 maggio del 1519, l’artista fiorentino moriva ad Amboise, in Francia.

Ecco perché quest’anno ricorre il cinquecentesimo anniversario, grazie al quale in tutto il mondo si sono attivati eventi e celebrazioni di ogni genere. Anche noi nel nostro piccolo vogliamo cogliere l’occasione per portare nella nostra comunità trecatese un evento capace di far conoscere meglio questo grande personaggio.

Pittore, scultore, inventore, scenografo, ingegnere militare, anatomista, uomo di scienza, simbolo dell’Italia nel Rinascimento e chi più ne ha più ne metta. Leonardo da Vinci è stato questo e mille altre cose: un genio assoluto, l’emblema della ragione, ma anche di quella creatività incontrollabile insita nel genere umano che lo porta a superare tutti i propri limiti.

Non possiamo certo pensare di esaurire la conoscenza del sapere di Leonardo in una sera, ma in occasione della serata che verrà proposta vorremmo fra conoscere l’ingegno dell’inventore, l’ingegneria civile e l’architettura del talento universale del Rinascimento.

Grazie all’interessamento del Presidente del Cine Foto Club Trecate, Antonio Guaglio, abbiamo il piacere di accogliere nella nostra città un esperto di assoluta garanzia, quale il dott. Oderzo Gabrieli, storico dell’arte ed esperto in storia di tecniche artistiche proveniente dalla conosciutissima Produzione Enciclopedia Treccani.

Nell’augurarci che la comunità trecatese non perda l’occasione di fare un pieno di cultura, conoscenza e magnificenza del genio di Leonardo, l’Associazione Amici 52 e il Cine Foto Club vi aspettano all’auditorium Marika Invernizzi in Via Cesare Battisti 2 a Trecate venerdì 18 ottobre alle ore 21,00. L’ingresso è libero e a chi parteciperà verrà dato un piccolo omaggio Treccani.

Associazione Gruppo Trecatese Amici 52 e Cine Foto Club Trecate


  • -

CORSO DAE – Utilizzo Defibrillatori –

Category : Senza categoria

In previsione di ulteriori corsi inerenti all’utilizzo del defibrillatore, chi fosse interessato può scaricare il modulo di adesione da compilare e riconsegnare con le modalità descritte sul modulo stesso.

Il corso si terrà presso la CRI di Novara al raggiungimento del numero minimo di partecipazione


  • -

Noleggio Costumi Associativi

Category : Senza categoria

E’ possibile noleggiare i nostri costumi associativi.

Visualizza di seguito l’informativa e il filmato di presentazione.

Chi fosse interessato dovrà compilare l’apposito modulo

 

 

 

 

INFORMATIVA NOLEGGIO VESTITI DI CARNEVALE AMICI 52

1) I vestiti alla consegna devono essere completi ed imbustati con cartellino che specifica la taglia

2) Vanno restituiti entro 15 gg dalla data dell’evento per cui vengono noleggiati

3) E’ richiesto un deposito a garanzia pari a 5 Euro per vestito

4) L’ offerta richiesta parte da una base minima di 8 Euro per vestito

5) Alla riconsegna i vestiti devono essere lavati, imbustati con cartellino della taglia

6) Al momento della restituzione dei vestiti deve essere consegnata la ricevuta cartacea per l’offerta


  • -

Riflessioni Centenario Prima guerra Mondiale

Category : Senza categoria

Nel maggio 2016 la nostra amica e socia Margherita Lodroni, in un incontro casuale, mi informò che stava preparando un grande progetto dal titolo “Appuntamento con la Storia” e con vivo entusiasmo mi indicò la traccia che stava seguendo. Ascoltai con molto interesse e senza nessuna titubanza l’avevo invitata a procedere nella stesura del progetto suggerendole di coinvolgere anche l’amministrazione comunale per iniziare un percorso che potesse portare ad un concreto sviluppo del progetto stesso. Come Presidente del Gruppo Trecatese Amici 52 onlus gli avevo inoltre manifestato anche la possibilità in caso di necessità di partecipare in modo tangibile con un contributo definito nel corso di successiva assemblea.Copertina libro

Ci sono vari motivi per commemorare la “Grande Guerra” di cui ricorre il centenario. Un impegno civile orientato in senso pacifista: ricordare l’ecatombe fratricida dei soldati, in molti casi sepolti l’uno accanto all’altro nei cimiteri di guerra e l’esperienza drammatica della popolazione civile. Nella ricorrenza del centenario della Grande Guerra, il Governo Italiano aveva promosso una serie di eventi il cui principio ispiratore era il recupero della memoria storica, da condurre anche attraverso la riscoperta, il restauro e la valorizzazione di luoghi, dei monumenti e dei “paesaggi commemorativi” che sono stati teatro di eventi civili e militari.  Il lavoro di Margherita vuole collegare la storia locale a quella nazionale per indurre la popolazione e le giovani generazioni a riflettere sulla tragedia di quella guerra e di ogni guerra; il coinvolgimento delle scuole di ogni ordine e grado in un percorso didattico che trasmettesse alle giovani generazioni il significato dell’evento bellico, anche nell’ottica della costruzione di una rinnovata identità europea; richiamare adulti e giovani ai valori costruttivi e di fraternità della pace; far conoscere documenti ritrovati negli archivi e foto d’epoca.

Per la realizzazione del progetto, l’ideatrice si è trovata nella necessità di richiedere alla nostra Associazione non solo collaborazione, ma anche il contributo per poter disporre di una sala adatta alla proiezione, al commento e all’accoglienza del pubblico trecatese, dai rappresentanti dei Comuni che furono ospitati a Trecate durante la Grande Guerra, dei numerosi rappresentanti d’arma invitati. A tal proposito è stato utilizzato il salone della Scuola F.lli Russi che già dota di tutte le apparecchiature necessarie di strumenti tecnologici, luci, video e audio, e il personale competente al loro utilizzo.

Abbiamo dunque a che fare con un quadro composito di motivazioni eterogenee, a cui bisogna aggiungere l’elemento di una memoria oramai senza ricordo, perché non è più possibile attingere alle testimonianze di coloro che hanno avuto esperienza diretta della Grande Guerra. Margherita con questo lavoro è riuscita a raccogliere e raccontare con documenti veritieri, memorie di storia effettivamente vissuta, con tutte le sue complessità e ambiguità.

L’anniversario dello scoppio della Prima guerra mondiale dovrebbe coinvolgere tutti in una grande riflessione, in particolare sull’inutilità della guerra stessa, che non solo non ha risolto i problemi dell’Europa, ma ha contribuito a peggiorarne la situazione. Importante il contenuto alla valorizzazione della cultura nazionale e della memoria popolare, attraverso il recupero di storie, documenti ed oggetti relativi alla vita della città di Trecate, oltre a organizzare convegni e pubblicazioni.

Margherita dalle ricerche in Archivio Comunale e Parrocchiale inerenti al periodo della Grande Guerra, ha potuto verificare che nei primi del Luglio 1915 arrivarono a Novara novecentosettanta profughi provenienti dai territori occupati da campi di battaglia. Trecate fu uno dei Comuni che aderì alla richiesta della Prefettura per la loro accoglienza. L’8 Luglio 1915 giunsero a Trecate quarantacinque profughi provenienti dalle terre occupate. Furono prima ospitati nelle scuole e, in seguito, all’Oratorio maschile dove operavano i Padri Giuseppini. Da un elenco ritrovato in Archivio Comunale, datato fine 1918, i profughi censiti a Trecate risultavano 166.

Siamo nell’ultima fase del progetto, l’Associazione è più vicina che mai alla sua socia ed ancora una volta collaborerà per quanto necessario a completare questo ambizioso progetto che consideriamo un valore per tutta la nostra comunità.

Il Presidente
Giancarlo Antonietti

                  ⇒  Articolo Bollettino Trecatese

                 ⇒  Locandina Presentazione Libro


  • -
zucche

Dolcetto o Scherzetto? – 4° Edizione con Amici 52 –

Category : Eventi , Senza categoria

Dolcetto o Scherzetto? – 4° Edizione con Amici 52

 

Quante volte lo abbiamo sentito? Sicuramente qualche bambino è venuto anche a suonare alla nostra porta per porci questa domanda. L’usanza del “Trick or Treat” invece (dolcetto o scherzetto) risale al medioevo quando, la notte prima di Ognissanti, i mendicanti bussavano alle porte per chiedere un tozzo di pane in cambio di una preghiera per le anime dei benefattori.

Il 31 ottobre si festeggia la celebre festa anglosassone, che è indubbiamente una delle ricorrenze più amate ed attese dai bambini, soprattutto per la sDolcetto Scherzettoua atmosfera carica di mistero, brividi e divertimento. E allora scopriamo cosa possiamo fare con la famiglia in quel giorno, ricordando che il 1 di novembre uffici e scuole sono chiusi e quindi si può cogliere l’occasione anche per pensare ad una serata speciale. L’Associazione Gruppo Trecatese Amici 52 vi aspetta mercoledì 31 ottobre c/o la Scuola F.lli Russi alle ore 20,30 per una speciale caccia al tesoro e molto altro. In palio gustose sorprese per chi riuscirà ad arrivare, indizio dopo indizio, all’ultima tappa. Per prenotazioni rivolgersi a Zorzan Fiori in Via Gramsci 57 o per informazioni contattare il n. 3272224189, rammentando che l’iscrizione è aperta a tutti adulti e bambini delle scuole dell’infanzia e primarie al costo di euro 8,00 a persona. Ricordiamo che i posti sono limitati.

                                                                                                                             Gruppo Trecatese Amici 52 ETS

 


  • -
Alessia_

1 Palco..52 Emozioni – Il sogno di Alessia –

Category : Senza categoria

Alessia“Il Sogno di Alessia” con Amici 52

Sabato 13 ottobre 2018 c/o l’Auditorium Marika Invernizzi in Via Cesare Battisti 2, si terrà la presentazione del libro “Il Sogno di Alessia”, con la partecipazione dell’autore Gianni Dal Bello e il papà di Alessia Giovanni Mairati. È una opportunità da cogliere con la massima partecipazione perché è l’occasione di conoscere meglio l’associazione che porta il suo nome e che cosa sta facendo in Italia e nel resto del mondo.

Casa Alessia onlus è un’associazione di volontariato la cui mission è la realizzazione di progetti sociali rivolti ai poveri e ai bisognosi di tutto il mondo, specialmente bambini. L’ente opera in Italia e all’Estero e si fonda sul desiderio, di aiutare il prossimo, di Alessia Mairati, partita nel 2003 per l’Ecuador con una borsa di studio e tragicamente scomparsa con la madre in un incidente aereo nel luglio 2004.L’associazione è dedicata a Lei.

Una ragazza di Novara partita per uno scambio studentesco per l’Ecuador con un grande sogno nel cuore: aiutare i bambini indigenti e bisognosi. Queste le “istantanee” di una storia incredibile: la povertà, la bellezza del Paese sudamericano; un coma, un sogno, alcune visioni di color giallo; la ripresa della conoscenza, il rientro verso l’Italia e un tragico incidente aereo.

Ora rimane un grande e unico obiettivo: realizzare quel sogno. Questa è Casa Alessia e questa è la sua storia, raccontata dal padre Giovanni.

La vita di Alessia è una bella storia, una favola che continua a vivere anche da lassù.

La quasi totalità dei fondi raccolti, sono destinati direttamente ai progetti di solidarietà in Italia e all’estero, per ciascuno dei quali vengono effettuate visite periodiche da parte dei responsabili dell’associazione, per verificare le reali esigenze dei destinatari dei fondi e monitorare lo stato di avanzamento delle attività.

Edizioni Leucotea ha pubblicato “Il sogno di Alessia” il primo romanzo sulla storia di Alessia Mairati. Il volume, presentato al Salone Internazionale del Libro di Torino 2018 è ordinabile in tutte le librerie italiane e nei principali store online. È in corso il tour di presentazione del romanzo che sta toccando diverse città italiane, e siamo orgogliosi di averli nella nostra città.

Tutta la cittadinanza è invitata a scoprire attraverso la presentazione del libro, quanto possa costruire il valore della solidarietà attraverso la gioia di vivere di una ragazza, chiamata anzitempo in cielo per costruire una nuova società fondata sull’amore dei bimbi per un futuro mondo migliore.
Vi attendiamo numerosi

 

Gruppo Trecatese Amici 52


  • -