Author Archives: Amministratore Sito

  • -

La Grande Arte Al Cinema

Category : Eventi

6 capolavori

 

 


  • -
incontro bambini_2i

DSA – DISTURBI SPECIFICI DELL’APPRENDIMENTO

Category : Eventi

DSA – DISTURBI SPECIFICI DELL’APPRENDIMENTO
guida pratica per le famiglie

Tutti noi, prima di diventare adulti, nel senso più letterale della parola, siamo stati bambini, i figli dei nostri genitori. Come tali agivamo secondo atteggiamenti più semplici e facilmente identificabili nell’età dell’infanzia. Da qui, appunto, comportamenti infantili. I bambini si lamentano, cercano attenzione, cercano una direzione, agiscono in modo totalmente disorganizzato, sono sconsiderati, inattenti ai pericoli, predisposti più a seguire l’istinto che la ragione. I bambini vogliono sempre fare quello che va loro di fare. Riconoscere le tracce degli atteggiamenti infantili è un segno che l’adulto ha paura nella sua nuova condizione sociale, anche se inconsciamente, non vuole affrontare tutte quelle situazioni che riconosce comeportatrici di ansia per la sua persona.
Per venire incontro ai molti interrogativi dei genitori i cui bambini con disabilità o meno iniziano il percorso scolastico, o ai genitori che vogliano conoscere i DSA, abbiamo pensato di affrontare alcuni temi generali che possono essere utilizzati come una mini guida per muoversi nel districato mondo della burocrazia scolastica o solo per una migliore conoscenza culturale e sociale.

Incontro Bambini
I DSA sono disturbi nell’apprendimento che interessano alcune abilità specifiche che devono essere acquisite da bambini e ragazzi in età scolare.
I disturbi specifici dell’apprendimento comportano la non autosufficienza durante il percorso scolastico in quanto interessano nella maggior parte dei casi le attività di lettura, scrittura e calcolo.
I DSA affliggono bambini e ragazzi che in genere non hanno disabilità o difficoltà particolari, ma possono rendere loro difficile la vita a scuola, se non vengono aiutati nella maniera corretta.
Attualmente i bambini e i ragazzi affetti da DSA non hanno diritto all’insegnante di sostegno.
Hanno però diritto, grazie alle Legge 170/10 a strumenti didattici e tecnologici di tipo compensativo (sintesi vocale, registratore, programmi di video-scrittura e con correttore ortografico, calcolatrice) e a misure dispensative, per permettere loro di sostituire alcuni tipi di prove valutative con altre equipollenti più adatte.
I principali disturbi specifici di apprendimento sono:
DISLESSIA, DISGRAFIA, DISCALCULIA, DISORTOGRAFIA, DISPRASSIA, DISTURBO SPECIFICO DELLA COMPITAZIONE, DISTURBO SPECIFICO DEL LINGUAGGIO (Disturbo associato)
Ricordiamo, infine, che l’integrazione scolastica è un diritto e che il progetto di inclusione non può essere realizzato in forme di organizzazione scolastica escludenti – aule di sostegno, laboratori separati ecc. – o ricorrendo alla delega al docente di sostegno, il quale, ricordiamo, è assegnato alla classe ed assume la contitolarità di cattedra.
Tutti gli alunni sono allievi di tutti i docenti; questi ultimi, tutti, hanno precisi doveri educativi verso di essi. Le famiglie hanno il dovere di seguire il percorso dei figli, di rinnovare i documenti, anche sanitari, quando necessario. Genitori ed insegnanti, insieme, assumono la corresponsabilità educativa ed il loro dialogo costante è fondamentale ai fini del successo scolastico e formativo dei bambini e dei ragazzi. Vi invitiamo a partecipare al convegno promosso dall’associazione Happy to Help nell’ambito del progetto 1 Palco..52 Emozioni del Gruppo Trecatese Amici 52 con la partecipazione di esperti al più alto rango dell’esperienza professionale, domenica 17 febbraio 2019 alle ore 17,30 c/o l’auditorium Marica Invernizzi. Ci si augura una massiccia partecipazione delle istituzioni scolastiche e civili per venire a conoscenza di un problema che nessuno vorrebbe evidenziare, ma che le recenti indagini dell’ISTAT confermano la crescente problematica scolastica a tutti i livelli siano essi dell’infanzia che nelle primarie di primo e secondo livello. Non abbiate scusanti da addurre, la verità e la conoscenza ci migliorano e fanno solo bene a noi e ai nostri ragazzi.

Gruppo Trecatese Amici 52 e Happy to Help


  • -

Noleggio Costumi Associativi

Category : Senza categoria

E’ possibile noleggiare i nostri costumi associativi.

Visualizza di seguito l’informativa e il filmato di presentazione.

Chi fosse interessato dovrà compilare l’apposito modulo

 

 

 

 

INFORMATIVA NOLEGGIO VESTITI DI CARNEVALE AMICI 52

1) I vestiti alla consegna devono essere completi ed imbustati con cartellino che specifica la taglia

2) Vanno restituiti entro 15 gg dalla data dell’evento per cui vengono noleggiati

3) E’ richiesto un deposito a garanzia pari a 5 Euro per vestito

4) L’ offerta richiesta parte da una base minima di 8 Euro per vestito

5) Alla riconsegna i vestiti devono essere lavati, imbustati con cartellino della taglia

6) Al momento della restituzione dei vestiti deve essere consegnata la ricevuta cartacea per l’offerta


  • -
Falò_

Falò di Sant’Antonio 2019

Category : Eventi

Falò di Sant’Antonio – Conservazione delle Tradizioni Trecatesi

Giovedì 17 gennaio 2019 con inizio alle ore 21,00 si terrà la tradizionale manifestazFalò_2019ione del fuoco, in occasione della ricorrenza di Sant’Antonio Abate. Ricorre inoltre la giornata nazionale del Dialetto e delle Tradizioni locali indetta dall’UNPLI, durante la quale saranno proposte attività per dare nuovo prestigio e impulso alle tradizioni trecatesi. Salvare il nostro dialetto è dovere di ognuno di noi, anche con adeguati gesti di sensibilizzazione. Nell’epoca della globalizzazione, dove le comunicazioni avvengono quasi esclusivamente in rete, segno di un progresso inarrestabile ma che ci ha tolto molto del piacere di comunicare guardandosi negli occhi, parlare del dialetto può sembrare anacronistico. Non è così. Il dialetto fa parte del bagaglio culturale che ognuno di noi porta sulle spalle ed è l’inevitabile segno che ci fa dire che apparteniamo ad un certo luogo; che ci identifica e ci colloca nel posto preciso
della nostra storia personale. Rappresenta la nostra etichetta, le nostre radici, la nostra carta d’identità, è l’espressione di un popolo che assorbe fatti, episodi, luoghi, persone e ce li restituisce con profilo e identità precisi, ma soprattutto con un’anima.

Il luogo stabilito è in via Sozzago – angolo Via Seneca a Trecate. Questa manifestazione organizzata dal Gruppo Trecatese Amici 52 con il patrocinio e il contributo della Città di Trecate, vede la partecipazione di alcune associazioni attive sul territorio quali l’Associazione Trecatese per la storia e cultura locale, l’Associazione Arcieri Trecatesi, il Gruppo Teatrale Dialettale Nü e Pö Pü e la CRI comitato di Trecate. Non mancheranno i famosi Frati di Sant’Antonio della “Cunfraternita da’ Purscè”, che reciteranno le lodi per sconfiggere il male nella figura del Diavolo. Una festa di buon auspicio per il corrente anno, all’insegna dell’allegria che si rinnova con una sempre più ampia partecipazione dei cittadini trecatesi oltre che visitatori dai paesi limitrofi. Cogliamo l’occasione per ringraziare anticipatamente tutte le realtà associative partecipanti, e l‘Amministrazione Comunale della Città di Trecate, per la fattiva e proficua collaborazione.

Sul sito www.gruppotrecateseamici52.it e su Facebook Associazione Trecatese AMICI 52 onlus
saranno pubblicate le foto dell’evento.

Gruppo Trecatese Amici 52


  • -
_1

DIETA MEDITERRANEA E DINTORNI

Category : Comunicati Stampa

DIETA MEDITERRANEA E DINTORNI

Sempre più spesso sentiamo parlare dell’importanza di cambiare stile di vita per vivere in salute, senza però prestareManifesto attenzione al fatto che già seguire la nostra dieta mediterranea, riconosciuta dall’UNESCO come patrimonio immateriale dell’umanità, significa adottare quello stile di vita raccomandato per mantenersi in salute La dieta mediterranea, con l’abbondanza di verdura e frutta di stagione, cereali integrali, legumi, pesce, poca carne e pochi formaggi, buon olio extravergine di oliva, e frutta a guscio come noci, nocciole e mandorle, permette di “fare il carico” di fibra, vitamine, minerali e sostanze antiossidanti, indispensabili per il buon funzionamento di organi e tessuti, oltre a una buona percentuale di acqua che permette l’attivazione di quasi tutte le reazioni chimiche dell’organismo comprese le connessioni cerebrali.
La dieta mediterranea, grazie all’elevato contenuto di grassi insaturi, fibre, vitamine e oligoelementi, con azione anti-radicali liberi, ha un importante potere anti-infiammatorio e anti-ossidante e rappresenta uno strumento di prevenzione di tutte le patologie cronico-degenerative.
Sono numerosissime le evidenze scientifiche che dimostrano come l’adozione della dieta mediterranea sia un fattore protettivo nei confronti dell’insorgenza di vari tipi di cancro, delle malattie cardiovascolari, dell’invecchiamento e dell’obesità. Uno studio epidemiologico Epic (European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition), realizzato sulle abitudini di vita degli Europei, ha evidenziato come il modello della dieta mediterranea sia quello più efficace nella prevenzione di molte malattie croniche, fra cui il cancro.
Nell’ambito del progetto “1Palco.52 Emozioni”, le associazioni Happy to Help e il Gruppo Trecatese Amici 52 per conoscerne meglio riguardo a quanto sopra riferito, vi invitano Sabato 1° Dicembre alle ore 21,00 nell’auditorium Marika Invernizzi in Via Cesare Battisti 2 a Trecate dove la dott.ssa Patrizia Federico e la dott.ssa Barbara Saraceno sapranno informarvi al meglio delle loro conoscenze ed esperienze, oltre che a rispondere alle eventuali domande dei partecipanti. Vi aspettiamo numerosi con tanta voglia di conoscere.

Happy to Help ETS e Gruppo Trecatese Amici 52 ETS


  • -

Riflessioni Centenario Prima guerra Mondiale

Category : Senza categoria

Nel maggio 2016 la nostra amica e socia Margherita Lodroni, in un incontro casuale, mi informò che stava preparando un grande progetto dal titolo “Appuntamento con la Storia” e con vivo entusiasmo mi indicò la traccia che stava seguendo. Ascoltai con molto interesse e senza nessuna titubanza l’avevo invitata a procedere nella stesura del progetto suggerendole di coinvolgere anche l’amministrazione comunale per iniziare un percorso che potesse portare ad un concreto sviluppo del progetto stesso. Come Presidente del Gruppo Trecatese Amici 52 onlus gli avevo inoltre manifestato anche la possibilità in caso di necessità di partecipare in modo tangibile con un contributo definito nel corso di successiva assemblea.Copertina libro

Ci sono vari motivi per commemorare la “Grande Guerra” di cui ricorre il centenario. Un impegno civile orientato in senso pacifista: ricordare l’ecatombe fratricida dei soldati, in molti casi sepolti l’uno accanto all’altro nei cimiteri di guerra e l’esperienza drammatica della popolazione civile. Nella ricorrenza del centenario della Grande Guerra, il Governo Italiano aveva promosso una serie di eventi il cui principio ispiratore era il recupero della memoria storica, da condurre anche attraverso la riscoperta, il restauro e la valorizzazione di luoghi, dei monumenti e dei “paesaggi commemorativi” che sono stati teatro di eventi civili e militari.  Il lavoro di Margherita vuole collegare la storia locale a quella nazionale per indurre la popolazione e le giovani generazioni a riflettere sulla tragedia di quella guerra e di ogni guerra; il coinvolgimento delle scuole di ogni ordine e grado in un percorso didattico che trasmettesse alle giovani generazioni il significato dell’evento bellico, anche nell’ottica della costruzione di una rinnovata identità europea; richiamare adulti e giovani ai valori costruttivi e di fraternità della pace; far conoscere documenti ritrovati negli archivi e foto d’epoca.

Per la realizzazione del progetto, l’ideatrice si è trovata nella necessità di richiedere alla nostra Associazione non solo collaborazione, ma anche il contributo per poter disporre di una sala adatta alla proiezione, al commento e all’accoglienza del pubblico trecatese, dai rappresentanti dei Comuni che furono ospitati a Trecate durante la Grande Guerra, dei numerosi rappresentanti d’arma invitati. A tal proposito è stato utilizzato il salone della Scuola F.lli Russi che già dota di tutte le apparecchiature necessarie di strumenti tecnologici, luci, video e audio, e il personale competente al loro utilizzo.

Abbiamo dunque a che fare con un quadro composito di motivazioni eterogenee, a cui bisogna aggiungere l’elemento di una memoria oramai senza ricordo, perché non è più possibile attingere alle testimonianze di coloro che hanno avuto esperienza diretta della Grande Guerra. Margherita con questo lavoro è riuscita a raccogliere e raccontare con documenti veritieri, memorie di storia effettivamente vissuta, con tutte le sue complessità e ambiguità.

L’anniversario dello scoppio della Prima guerra mondiale dovrebbe coinvolgere tutti in una grande riflessione, in particolare sull’inutilità della guerra stessa, che non solo non ha risolto i problemi dell’Europa, ma ha contribuito a peggiorarne la situazione. Importante il contenuto alla valorizzazione della cultura nazionale e della memoria popolare, attraverso il recupero di storie, documenti ed oggetti relativi alla vita della città di Trecate, oltre a organizzare convegni e pubblicazioni.

Margherita dalle ricerche in Archivio Comunale e Parrocchiale inerenti al periodo della Grande Guerra, ha potuto verificare che nei primi del Luglio 1915 arrivarono a Novara novecentosettanta profughi provenienti dai territori occupati da campi di battaglia. Trecate fu uno dei Comuni che aderì alla richiesta della Prefettura per la loro accoglienza. L’8 Luglio 1915 giunsero a Trecate quarantacinque profughi provenienti dalle terre occupate. Furono prima ospitati nelle scuole e, in seguito, all’Oratorio maschile dove operavano i Padri Giuseppini. Da un elenco ritrovato in Archivio Comunale, datato fine 1918, i profughi censiti a Trecate risultavano 166.

Siamo nell’ultima fase del progetto, l’Associazione è più vicina che mai alla sua socia ed ancora una volta collaborerà per quanto necessario a completare questo ambizioso progetto che consideriamo un valore per tutta la nostra comunità.

Il Presidente
Giancarlo Antonietti

                  ⇒  Articolo Bollettino Trecatese

                 ⇒  Locandina Presentazione Libro